CHIRURGIA ORALE

chirurgia orale

Per tutti quei casi in cui è necessario estrarre un dente e ricreare l'osso mancante

La chirurgia orale comprende le estrazioni di denti, compresi quelli inclusi, e le innovative tecniche di chirurgia di rigenerazione ossea.
Quando un dente non erompe nel cavo orale entro il normale periodo viene considerato incluso. I denti che si trovano più frequentemente in queste condizioni sono i denti del giudizio seguiti dai canini.
L’igiene dentale nella zona dei denti del giudizio parzialmente inclusi è difficoltosa e questo può avere come conseguenza la formazione di una lesione cariosa, sia dei denti del giudizio sia a carico della superficie distale dei molari adiacenti. Nella zona d’eruzione del dente si possono anche produrre infiammazioni croniche della gengiva o ascessi dolorosi.
Prima di proporre un intervento di chirurgia, eseguiamo un esame approfondito del cavo orale e una tomografia computerizzata (cone beam computed tomography; CBCT) delle arcate dentali per valutare la posizione dei denti del giudizio e quella delle loro radici che spesso possono trovarsi vicino a importanti strutture anatomiche (nervi, seno mascellare) che non devono subire lesioni durante l’estrazione.
L’estrazione dei denti del giudizio inclusi è un intervento di routine, che può essere eseguito in ambulatorio in anestesia locale. Con l’esperienza del chirurgo diminuisce anche il rischio di eventuali complicazioni.

La rigenerazione ossea dentale è necessaria quando non c’è osso sufficiente per l’inserimento degli impianti.
Le cause della perdita dell’osso possono essere varie: la Parodontite, la perdita o l’estrazione di un dente, la presenza di lesioni ossee tipo cisti o tumori, un evento traumatico, una protesi mobile portata per lungo tempo.
I progressi dell’odontoiatria e in particolare della rigenerazione ossea sono stati notevoli negli ultimi anni, tanto da permettere anche ai pazienti che non disponevano dei sufficienti volumi ossei per l’implantologia dentale, di poter usufruire di protesi fisse, funzionali ed estetiche, supportate da impianti.
L’osso umano possiede la capacità di rigenerarsi, in altre parole di ricostruire l’osso mancante. Questo avviene anche dopo l’estrazione dentale. Tuttavia, in molto casi, per attuare una rigenerazione dell’osso è necessario utilizzare prodotti naturali compatibili con l’organismo, che guidano il processo di rigenerazione dell’osso del paziente in modo estremamente efficace.
La rigenerazione può essere effettuata con rialzi di seno o aumenti della cresta alveolare utilizzando innesti di osso prelevati dal paziente stesso oppure con l’utilizzo di osso di derivazione animale o sintetico.
La rigenerazione dell’osso richiede diversi mesi per essere completata e non sempre è possibile inserire un impianto dentale nello stesso momento in cui si effettua la chirurgia rigenerativa. Quando non è possibile, è necessario aspettare la completa guarigione per inserire gli impianti.

Prenota la tua visita

Presa visione dell'informativa sulla privacy, acconsento al trattamento dei miei dati personali, ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 679/2016.